Un tizio si sveglia una mattina, ...

Tags: gattini, enzo, mario, casa, destra, barzelletta sveglia , barzellette mattina , barzellette sulla sveglia , barzelletta prete milanese

Un tizio si sveglia una mattina, apre la porta di casa per raccogliere il litro di latte e trova sulla porta 2 piccoli gattini ad attenderlo. Al che l’uomo non puoi far altro che raccogliere i due gattini e offrirgli il calduccio della casa visto che fuori sta anche piovendo. Ma al ritorno dalla spesa la moglie non accetta di tenere questi 2 gattini e ordina il generoso maritino di disfarsene. Il pomeriggio stesso l’uomo esce di casa con questi 2 gattini e li poggia dietro alla discarica della spazzatura e fugge via. La soluzione si rivela inutile in quanto i gattini esattamente un’ora dopo si ripresentano alla porta della famigliola che come si dice a Roma sta “da capo a dodici”. A questo punto Enzo, questo il nome del tizio, alza la cornetta del telefono e chiama Mario, un suo carissimo e fidato amico, noto per risolvere ogni problema, in special modo cavolate. Racconta a Mario tutta la storia e lui gli consiglia di nasconderlo dietro al fioraio, posto abbastanza lontano e abbastanza complicato per la memoria di 2 piccoli gattini. La mattina dopo Enzo porta i gattini vicino al fioraio, torna a casa, ma poco dopo i 2 tornato a casa. Stessa storia, Enzo chiama Mario e gli spiega l’accaduto. Questa volta Mario consiglia di arrivare allo stadio e lasciarli li, sarebbe stato impossibile, data la lontananza, per i gatti riavvicinarsi. E invece no, eccoli di nuovo. Enzo non ce la fa più e chiama di nuovo Mario, che gli da un’altra soluzione: “Fai in questo modo, così sarà impossibile che ritornino a casa. Arriva sul raccordo, imboccalo e procedi dritto fino al terzo svincolo a destra, vai dritto e gira alla seconda a sinistra, a un certo punto c’è un bivio, la prima a destra e la seconda a sinistra, fatti 200 metri e accostati sulla destra, c’e’ una specie di caverna. Entra, c’e’ un bivio, non quello a destra ma quello a sinistra, fai 50 metri e ne trovi un altro, questa volta vai a sinistra, fatti altri 100 metri e stai attento perché a destra c’e’ un piccolo cunicolo. Lasciali li!”. Mario lascia i gatti li. Il giorno dopo è Mario che, compiaciuto, chiama Enzo: “Ciao Enzo, allora? Non si sono rivisti i gatti vero?”, e Enzo: “Ma vaffanculo va, se non era per i gatti col cazzo che ritornavo a casa!”

Altre barzellette dalla stessa categoria

Due mosche su di una vespa ...

Due mosche su di una vespa sprizzano a tutta la velocita', passano sotto i tavoli, sopra ai tetti, h...

Ci sono un gruppo di tori e un ...

Ci sono un gruppo di tori e un gruppo di mucche divisi da una staccionata. Uno dei tori comincia ins...

Cosa ci fa un serpente su un ...

Cosa ci fa un serpente su un giornale? - striscia la notizia!!...

Il gatto. Il gatto è un animale che ...

Il gatto. Il gatto è un animale che ha il corpo circondato da peli. Ha 4 zampe: due davanti per corr...